Stride l’idea di trascorrere, correndo, la fine di un anno che volge ormai al termine nella città simbolo dell’eternità.

Meraviglia invece la concentrazione di vita, genti, colori, sorrisi, suoni, che si fondono e confondono alla partenza della WeRunRome 2016.

La giornata luminosissima ha accolto i circa 10.000 partecipanti che hanno avuto l’onore e la gioia di colmare i propri sensi godendo della vista dei luoghi più significativi e centrali della città. Dopo lo start tutte le strade solitamente umiliate da veicoli irrispettosi, clacson furiosi e da “li mortacci tua”, si sono sentite calpestare da centinaia di passi cadenzati più o meno veloci, più o meno sognanti, più o meno felici, ma tutti desiderosi di giungere al traguardo e per una volta, magicamente, anche le ali di folla solitamente insofferenti alla nostra passione, ci hanno allegramente e festosamente sospinto ed incitato a continuare.

Allora comprendi che oggi non devi competere, non devi indugiare sul cronometro, ma lasciarti pervadere da tanta gioia e tanta bellezza. Non contano i tempi, non contano le classifiche, conta solo il piacere di essere insieme come Francesca, la mascotte Letizia, l’operaia Valeria, il capitano e il distratto Marco che dimentica le vincenti scarpe a casa.

Conta sentire, così come il nuovo anno succede all’anno che sta per finire, che una volta giunto al traguardo tu sei pronto a ripartire.

Conta augurare che la nostra passione come per Roma eterna possa crescere e perdurare!

 

Pin It on Pinterest

Shares
Share This