Atletica Orte

MUSI E VISI, UN SABATO INSIEME ALL’ATLETICA ORTE

Facciamo che nel pomeriggio di sabato 11 maggio si decida di spegnere i cellulari, sospendere ogni impegno non urgente e si venga tutti insieme, con i vostri migliori “amici” cani, a conoscere il CANICROSS, una nuova possibilità di sfida podistica in tandem padrone-cane.

Facciamo che con le vostre famiglie, con i vostri bambini ed i vostri amici a quattro zampe possiate trascorrere un pomeriggio insieme, stimolando l’attività fisica, valorizzando il nostro territorio, nel verde, socializzando, fra urla festanti, scodinzolamenti e sorrisi. Facciamo che potrete tutti insieme fare una bella camminata lontano dal traffico, dallo stress e dalla confusione.

E facciamo che tutti possiate ricevere alla fine un piccolo ristoro ed un omaggio a ricordo della giornata, offerti dall’Atletica Orte.

Ora però dovete fare voi: venite, correte o camminate, ma soprattutto divertitevi e serenamente sorridete.

L’Atletica Orte vi aspetta!

atleticaorte@atleticaorte.it

Per informazioni chiama il 328.6335474 oppure 328.9104702

 

 

  Canicross non competitivo 11-5-19

Regolamento

  1.  Introduzione

Il Canicross e il Canitrail sono discipline sportive in cui cane e conduttore corrono insieme su percorsi campestri e boschivi.

Le origini di queste attività risiedono nei paesi del nord Europa, come disciplina tra le varie praticate per il training dei cani da slitta, nei periodi in cui non era presente la neve.

Sono rigorosamente vietati comportamenti lesivi e violenti verso il proprio cane o gli avversari, puniti con la squalifica immediata dalla gara. Il presente regolamento potrà essere modificato in qualunque momento e senza preavviso.

Il presente documento regola le discipline Canicross e Canitrail. Il Canicross si riferisce a gare che prevedono percorsi di lunghezza inferiore ai 10 km mentre il Canitrail si riferisce a gare con percorsi di lunghezza superiore ai 10 km.

Le regole delle due discipline sono per gran parte le stesse. La differenza principale è nell’equipaggiamento aggiuntivo per il Canitrail. Inoltre nel Canitrail non sono previste le categorie non competitive e in generale i minori di 18 anni.

2. Partecipanti

Sono ammessi tutti i cani in buona salute senza distinzione di taglia e razza che abbiano già compiuto i 12 mesi di età.

I cani dovranno essere identificabili tramite microchip/tatuaggio ed essere regolarmente registrati all’anagrafe canina.

La gara Non competitiva è orientata ai binomi con poca esperienza, eventualmente alla prima gara; non prevede vincoli particolari per la partecipazione e non prevede sottocategorie. Per questa manifestazione non verrà stilata una classifica.

 3. Equipaggiamento

I conduttori dovranno indossare una cintura a cui sarà agganciato un guinzaglio, detto linea, di lunghezza uguale o inferiore ai 2 mt. Non ci sono vincoli di alcun tipo sulla cintura utilizzata purché non costituisca un pericolo per sé o per gli altri partecipanti. E’ vivamente consigliato per il cane un imbrago apposito per la disciplina. Eventuali pettorine saranno valutate dal responsabile di gara, caso per caso. I collari di qualunque tipo sono assolutamente vietati se utilizzati per agganciare la linea (non è vietato che un cane indossi il collare). E’ vietato tenere il cane libero. Tra la cintura e l’imbrago del cane dev’essere presente una parte elastica per attenuare le tensioni dovute ad eventuali strappi. Per una maggiore sicurezza è bene che la linea elastica si agganci alla cintura tramite un moschettone detto “a sgancio rapido”. Questo moschettone, a differenza di quelli classici, è caratterizzato dal fatto che può essere sganciato facilmente anche quando la linea è in tensione. E’ consigliato l’utilizzo di questo moschettone soprattutto per quei binomi in cui il peso del cane si avvicina (o supera) quello del conduttore.

4. Sicurezza

Tutti i partecipanti dovranno essere in possesso di regolare assicurazione RC per la copertura di eventuali danni causati a terzi da parte del cane.

Tutti i partecipanti dovranno firmare un modulo di scarico delle responsabilità per eventuali infortuni e danni causati a terzi e nel quale attestano la buona condizione di salute loro e del loro cane. Gli organizzatori non possono in nessun caso essere ritenuti responsabili per eventuali incidenti o danni causati da un partecipante o dal suo cane.

Tutti i partecipanti devono garantire di essere in grado di gestire il proprio cane, durante tutto l’arco della manifestazione sportiva, senza costituire un pericolo per gli altri binomi.

I conduttori che hanno cani irritabili alla vicinanza di altri cani o persone, sono invitati a segnalarlo legando un fiocco giallo all’imbrago. Il fiocco deve essere chiaramente visibile.

 5. Veterinario

E’ obbligatorio sottoporre il proprio cane alla visita veterinaria prima della partenza. Il veterinario controllerà il libretto sanitario, il microchip e potrà fare un esame obiettivo delle condizioni di salute del cane. Non possono partecipare alle manifestazioni: I cani di età inferiore ai 12 mesi, le femmine in estro, le femmine in gravidanza e i cani sotto terapia farmacologica. Eventuali problemi di salute lievi e terapie farmacologiche non debilitanti saranno considerati dal veterinario di gara che deciderà per la partecipazione o l’esclusione del cane a suo insindacabile giudizio. I conduttori devono regolare il ritmo di corsa, le pause e l’idratazione per fare in modo che i cani, al termine delle prove, non presentino sintomi di affaticamento eccessivo e disidratazione.

 6. Comportamento in gara

Prima della partenza è obbligatorio partecipare al briefing tenuto dagli organizzatori dove verrà spiegata la segnaletica ed eventuali criticità presenti sul tracciato di gara. Durante il percorso di gara tutti i partecipanti sono tenuti ad evitare comportamenti potenzialmente pericolosi per il proprio cane e per gli avversari.

Il binomio che intende effettuare un sorpasso, è tenuto a segnalare la sua intenzione con la parola “pista”. Il binomio più lento che dev’essere sorpassato, è obbligato a lasciar passare il binomio più veloce appena possibile.

Se uno dei due conduttori sospetta che il proprio cane possa andare a disturbare l’altro, durante la fase di sorpasso, è tenuto a fare da barriera tra i due cani, tenendo il proprio per l’imbrago. Negli ultimi 150 metri del percorso i partecipanti non sono tenuti a facilitare i sorpassi, però un partecipante non può ostacolare volontariamente il passaggio di un altro partecipante. Se un binomio vede che un altro binomio è in difficoltà per infortunio o altro, è tenuto a prestare l’aiuto possibile, notificando la difficoltà all’organizzazione della manifestazione. È severamente proibito trascinare il cane, ovvero trovarsi nella situazione in cui il cane si trova dietro il partecipante e il guinzaglio è allungato al limite. È ammesso che durante un percorso tecnico di diversi chilometri sia possibile che il conduttore sorpassi il cane, o che il cane possa titubare o distrarsi.

 7. Segnalazione del percorso

Il percorso sarà chiaramente identificabile tramite apposita segnaletica. La segnaletica usata, sarà comunicata ai partecipanti durante il briefing prima dell’inizio della manifestazione.

 

Tutti i partecipanti sono obbligati a prendere visione del suddetto regolamento ed accettarlo in ogni sua parte.

 

Scarica il Regolamento in PDF

Regolamento Canicross

Con il patrocinio e il contributo del Comune di Orte

I nostri Partner

Pin It on Pinterest

Shares
Share This