Fine settimana intensissimo per il frecciarossa “Atletica Orte” che ha portato a bordo ben 10 atleti che si sono battuti strenuamente su più fronti, ma soltanto su 2 distanze: maratona e mezza maratona. Hanno dato il via al lungo viaggio sabato 6 aprile, spingendosi fino ad Ibiza (chissà come mai 😉 ) Francesco e Letizia che, come nella vita, hanno corso in coppia dividendosi la distanza della maratona, nonché Gabriele ed Enrico. Questi ultimi hanno scelto l’isola per il loro battesimo sulla distanza dei km.42.195, imprimendo così un ricordo indelebile sulle loro gambe e soprattutto sulle loro menti.

Ancor più indelebile è il regalo che si è concesso Ghenadie che, proprio nel giorno del suo compleanno, ha debuttato anche lui, sempre sulla distanza della maratona, nella cornice della nostra capitale. Ad accompagnarlo il velocissimo Mauro, l’instancabile Patrizio e l’inesauribile Daniela. Una partenza piovosa ha rovinato, solo appena, la festa ai circa 10000 concorrenti, ma nulla è stata in confronto alla condivisione dell’attenzione mediatica con l’altra maratona italiana corsa nella città meneghina. Solo l’Italia, credo, sia in grado di organizzare, nelle sue due città più importanti, in contemporanea due maratone! E noi non potevamo, allora, non inviare un nostro rappresentante, Daniele, stavolta diviso dal fratello, ma in dolce compagnia di moglie e figlio, a carpire i segreti di una maratona veloce quale è poi risultata essere quella di Milano. Comunque, sembrerebbe, ed il condizionale è d’obbligo, che il prossimo anno le due città sceglieranno date diverse. Dai non disperiamo, possiamo farcela!!!

Infine, a metà strada fra Milano e Roma, tanto per farsi ancora un po’ del male, (ecco, vedi, te l’ho detto, non possiamo farcela!), abbiamo avuto Firenze. Beh, che si fa? Non si organizza nulla? Ma sì, dai, una bella mezza maratona e non ci si pensa più! Ah, fate così? Allora noi inviamo Mattia, con i nostri colori, la sua classe ed allegria ( e vai con la rima).

Finito? In realtà non ancora, perché l’Atletica Orte non è solo corsa attiva ed atleti portentosi, ma anche volontariato, tanto che Francesca, Anna, Patrizia ed il beato Giorgio “capitano”, si sono spesi al meglio bagnandosi ben bene, sia per la pioggia che per lo spugnaggio del km. 17 nella maratona di Roma. Quindi, dateci retta, l’ATLETICA ORTE… E’ PER TUTTI!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This