Secondo me lo fanno apposta! I nostri amici podisti dell’Atletica Orte si sfidano non soltanto a suon di kilometri, ma anche per mettere in difficoltà lo scrivente cimentandosi su distanze, caratteristiche ed ubicazione diverse delle gare. In questo fine settimana infatti, Francesco e Letizia si sono cimentati in un fantastico trail in terra sarda nel “Trail Leone di Caprera” dove, tra l’altro, Letizia ha anche conquistato uno splendido terzo posto assoluto. Poi, siccome hanno detto che non stanno niente male, si sono trattenuti per una tranquilla vacanzetta. Ed allora, buon divertimento!

A Cerveteri Patrizio si è divertito a correre l’ “Etrurian trail” percorrendo, tra l’altro, malgrado il cartello di avviso che la precedeva, la “via degli inferi”. Poteva lo specialista delle riprese con action cam lasciarsi sfuggire un’occasione del genere? Ah, a proposito, ma qualcuno ha avuto più notizie di Patrizio? 😉

Infine lo splendido Luca ( non il nostro web-master che quello non è splendido!) che ha poco tempo per gareggiare, ma quando lo fa, lo fa al meglio. Ha scelto infatti la prima edizione del “Rinaldi Sherpa Vertical” gara più alta che lunga, misurando infatti Km. 5,500 ma con un m. 1227 D+. La bellezza della manifestazione però è il suo scopo, che non è quello agonistico, bensì quello benefico.

Il cuore dei nostri atleti pulsa non solo per la fatica, ma anche per l’altruismo!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This